C'è un limite - Credenti Senza Frontiere

Vai ai contenuti
MAYDAY MAYDAY… QUI PIANETA TERRA !
La CREAZIONE
e il senso della vita
(parte quarta - 2)
 
C’è un limite al dilagare della conoscenza del male…
Secondo il Big Book, benché il pianeta Terra sia stato lasciato in balìa di Lucifero, oramai principe di questo mondo, il Creatore si è riservato di porre degli “altolà”, come con il diluvio universale e con la distruzione di varie città (Sodoma, Gomorra, Ninive, Babilonia, ecc.)... ed infine con grandi segni e stravolgimenti naturali per annunciare i tempi della fine del mondo presente, voluta, ironia della sorte, proprio da Colui che lo aveva creato! Il pianeta Terra è una macchia nel creato, ma non è finita lì poiché in ogni modo sarà, come avrebbe dovuto essere, un paradiso!
dopo il diluvio, arca, Noè e famiglia, animali
Pensare alla fine del mondo è divenuta un’abitudine piuttosto popolare a causa dei molteplici falsi allarmi che negli ultimi tempi si sono avvicendati preannunciati sia dalla scienza che da correnti religiose. Ma solo i conoscitori delle Scritture, ricche di rivelazioni a questo riguardo, potranno distinguere i veri dai falsi allarmi.
Lo Spirito di profezia è già all’opera “come una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero”. Un esempio di questo: la statua profetica detta di Daniele che rivela la successione dei vari imperi che hanno governato i popoli mediterranei fino al termine dei tempi.
 
Tutti ne mangeranno a go-go
Quanto all’albero fatidico, non facciamoci illusioni, lo ritroviamo tuttora dappertutto, ogni volta che un giovane vuole conoscere di persona qualsiasi forma di sballo e invece di seguire il consiglio di non toccare a questo e a quello, incredulo, vuole mettere mano al male, perpetuando le conseguenze negative che ne derivano… in tal modo le vicende del mondo continuano ad andare a buca come bocce di un biliardo, non più dunque soltanto a causa di Adamo, ma anche a causa di ogni nuova generazione; da qui l’importanza di considerare questa fascia di età a rischio e che richiede un’accurata e particolare attenzione e speciali programmi.
 
Una libertà dai pesanti risvolti
La storia e il Big Book ci fanno capire molto chiaramente che quando qualcuno infrange le leggi spirituali, anche sostenendo a sua difesa che ognuno, all’interno della propria sfera privata, è libero di vivere come vuole, accade invece che… siccome verosimilmente vige la legge della “interdipendenza” tra gli umani, gli errori di uno, poi magari imitati anche da altri, provocano conseguenze che si ripercuotono sulla famiglia, sul vicinato, sul paese, sulla città, sulla nazione, su tutto il pianeta…
lui, lei e il panda in una città disastrata
...al punto che finiscono per ricadere anche sulle persone che non c’entrano addirittura sotto forma, talvolta, di catastrofi che hanno, secondo la scienza, l’aria di manifestarsi solo come eventi naturali, precisazione questa che farà arrabbiare molti dato che limita la tanto agognata libertà personale ma “uomo avvisato, mezzo salvato”Non è nell’abbattere un cartello di pericolo che la strada diventa sicura, così non è perseguitando i credenti che segnalano il pericolo da evitare che si eviterà la catastrofe.  
 
Strategie d’impatto
A giudicare dalla storia ed anche dal Big Book, il Creatore, volendo in ogni modo aiutare l’umanità tenuta in ostaggio nei confini della “giurisdizione” di Lucifero, si rivela qua e là nella storia usando strategie (un po’ come il fabbro che, sapendo il fatto suo, forgia il ferro solo quando è incandescente) rivelandosi negli sprazzi di storia più opportuni. Difatti...

- ...quando primeggiavano le strategie di guerra, Iddio si è rivelato come “il Dio degli eserciti”;
- Allo stesso modo, laddove la mitologia, che aveva fini pedagogici, era il filone letterario degli scrittori e filosofi di quel tempo, basato su racconti ed eroi immaginari, Egli si è manifestato “in chiave mitica” con eventi ed effetti epici “ma al contempo reali” (vedi le gesta di Sansone, ecc.);
- Laddove la magia e l’occultismo regnavano, per esempio al tempo dei Faraoni, si è rivelato come “l’Iddio dei prodigi sovrannaturali” (le famose “piaghe”, il passaggio del Mar Rosso, ecc.);
- Laddove l’uomo è stato messo al centro dell’interesse dalla filosofia, abbiamo la rivelazione del “Dio-uomo con il Messia” che sostituisce la religione-Stato “della legge” e “dei riti” con una nuova generazione di “persone nate dallo Spirito” come libera scelta, che noi chiamiamo "l'uomo etico"… e con miracoli in scala d'uomo.
l'uomo etico si lascia attraversare dalla luce per poi rifrangerla
Credere all’occultismo, all’astrologia, al New Age, nei quali si ricercano poteri soprannaturali di contrabbando e cioè senza passare dal Creatore, che appunto, pone delle regole, è piuttosto popolarema solo gli “uomini di buona volontà” sapranno apprezzare l’importanza di seguire i consigli del Creatore che permettono di gestire al meglio gli stessi poteri soprannaturali ed evitare di cadere sotto l’influenza delle potestà negative delle tenebre in quanto capaci anch’esse di dispensare poteri soprannaturali ingannatorispacciati come divini.
 
È inutile battere il ferro se non è rovente!  
il martello batte sull'incudine
Oggi, dove sono di scena la scienza e la tecnologia, predicare per esempio l’Iddio “come mito” o come "l'Iddio degli eserciti" risulta inadeguato. Pertanto è ora tempo di presentarlo, che diamine, come l’Iddio “delle scienze” (per quanto riguarda la natura) e come l’Iddio “dell’amore” (per quanto riguarda l’essere e le relazioni interpersonali).


Torna ai contenuti