meeting - One people for You... - Credenti Senza Frontiere

Vai ai contenuti
Meeting videoincontro
Un "culto" unico sperimentale (e non una nuova chiesa!!) per celebrare la comunità integrale comprensiva di tutte le denominazioni. Un programma che NON si sovvrappone a quelli della tua Chiesa, perciò non la lasciare!!
Beneficiamo di un'attrezzatura tecnica per la produzione di programmi online, di utilità collettiva, dove possono essere collaudati progetti, idee e attività promozionali. Ed è in questa linea che abbiamo potuto portare avanti varie aree sperimentali quali:
- video: cortometraggi, sketch, videomusica, psicodrammi, storie bibliche (teatro in playback)
- stampati e online: fotoromanzi, fumetti disegnati e in 3D
- eventi per raccolta di fondi pro missionari
- intrattenimento.
La nostra attenzione è rivolta a...
...bassi e spilungoni, ricchi e nullatenenti, belli e brutti, di sinistra e di destra, larghi e stretti, attivati e nullafacenti, bigotti e bulli, studenti e manovali, malati e sani, ingaggiati e disoccupati, appagati e frustrati, pacifisti, vegani e onnivori, gaudenti e fanatici, pivelli ed esperti, palestrati e mingherlini, analfabeti e acculturati, astemi e ubriachi, passivi e iperattivi, umili ed esaltati, tossicomani e inseriti, santi e peccatori, servi e padroni, maschilisti e femministe, ingenui e furbastri, liberi e detenuti, razionalisti e fantasisti, naturali e plasticati, carrozzati e pedoni, terrestri e marinai, sedentari e pellegrini, ignoti e star, nativi ed extracomunitari, guardie e ladri, pallidi e lampadati, sbandati e binariati. Proveniente da tutti questi, sentiamo echeggiare nei nostri cuori un grido di distretta:
May day, may day, qui pianeta Terra!
L'attenzione è rivolta all'urgenza di trovare nuove strategie per fronteggiare l'attuale tempo di crisi economica ma anche dei valori culturali a cui si aggiunge il ben noto sconvolgimento dell'equilibrio ecologico.
 
Si tratta pertanto di cercare e sperimentare "nuove vie", "nuove visioni" e "nuove opportunità" in quanto la "Nuova generazione"  è confrontata, a dura prova, con sempre "nuove sfide", anche  considerando che si trattta di una fascia di età... IN CANTIERE!
giovane urlante
Anche gli scienziati, a livello ecologico (erano 1600 a Cambridge, Massachussetts) hanno lanciato un accorato appello:
"Chiediamo l'aiuto dei leader economici e industriali del mondo, di tutte le autorità religiose e di tutti i popoli".

Con la "crisi", lo capirebbe anche un bambino o un ubriaco, è in corso, underground, una rivoluzione anche, tra l'altro, per scrollarsi di dosso, a giusta ragione, il moralismo delle religioni in quanto ora l'uomo vuole farcela da solo, semmai con l'appoggio, ed è logico, di uno Stato laico, così come le istituzioni mondiali tengono, com'è nel loro diritto, a difendere la loro laicità... ma in questa dinamica sta serpeggiando anche l'avvento di una società che non si accontenta di mettere fine al servilismo verso le religioni, ma che ha la tendenza di mettere via anche la religione stessa per evitare che possa influenzare in ogni modo la società, e qui sta il problema, si impongono obblighi, rinunce e limitazioni inaccettabili, che ledono la libertà di pensiero, dimenticando tra l'altro che tutti pagano le tasse... bypassando la democrazia, senza che vi siano margini per forme di obiezione di coscienza.

Dal più piccolo cittadino allo Stato, nella crisi in atto cercano tutti di "azzerare" per riorganizzare una qualche strategia di sopravvivenza e di affermazione di sé, che è un diritto di tutti a condizione che sia salvaguardata la libertà di coscienza, di pensiero e di scelta. È pertanto tempo di riassestamento, un po' come dopo una battaglia quando si fa un inventario dei danni subiti per essere in grado, a "riparazioni" avvenute, di affrontare nuovi accadimenti destabilizzanti.

Stando al Big Book, è sulle Comunità che ricade una grande responsabilità in quanto qualificate per assumere, in tempo di crisi, un ruolo da protagoniste, per il fatto che è dato loro l'immenso potere di essere depositarie di un filone profetico atto a riconoscere i segni dei tempi e il susseguirsi di eventi quanto al presente e al futuro della società e del pianeta stesso. Difatti, con la lettera alle 7 Chiese inserita all'inizio dell'Apocalisse, Jeshua il Messia, verosimilmente, ha voluto affidare la cosidetta Rivelazione alle Chiese stesse... È su queste che incombe dunque il compito di avvertire, consolare ed incoraggiare ogni volta che sulla Terra le nazioni sono nell'angoscia, "spaventate dal rimbombo del mare e delle onde"... e al grido di: "MayDay, MayDay, qui pianeta Terra!" e per dare una visione realistica del futuro alle nuove generazioni, senza fare terrorismo, anche se detta visione può avere un'apparenza di... "fantascienza". Le Comunità dunque... una risorsa: A loro le profezie, a loro le promesse! Inventando la Comunità, dove si "dividevano i beni", Jeshua, il Messia, ha lanciato un'idea innovativa di altissimo livello sociale e culturale in un tempo in cui legioni di esseri umani disastrati vagavano senza mèta, mancando totalmente le istituzioni che oggi prendono a carico le varie problematiche della società. Vietare dunque di esistere alle varie Comunità, in questo tempo di crisi, sarebbe un errore di cattivo gusto in quanto si eliminerebbero risorse importanti. Anche Carlo Marx, Freud e Darwin hanno pescato a go-go nel Big Book!

L'obbiettivo principale è auspicare che stia a cuore di ogni credente che il mondo consideri le Comunità e i gruppi giovanili annessi come risorse "valide", "credibili" e "desiderabili"... ma c'è ancora da fare sul versante della settarite che affligge la comunità globale e che la discredita. Un tale scenario richiede una approfondita conoscenza della realtà che noi cerchiamo di raggiungere con inchieste di tipo giornalistico e sociologico.

Nella foga di fondare, nel tempo, sempre nuove Chiese, il "puzzle" della Cristianità, di più in più complesso, ci presenta oggi una immagine, agli occhi di tutti, confusa,  vaga e fuorviante. È che ogni singolo "tassello" non è stato studiato per combaciare con gli altri, essendo mancata una veduta d'insieme, che riguarda... la responsabilità umana. Ne risulta una Comunità frammentata, salvo importanti eccezioni e quindi poco credibile ed anche vulnerabile; una problematica, questa, che richiede di essere approfondita affinché l'immagine complessiva del puzzle divenga più chiara.

Più che sperare nell’utopia dell’unità fra le Denominazioni, noi, ispirandoci alla strategia adottata dall'antico condottiero Giosuè, figura di Jeshua, che puntò sulla "nuova generazione" per uscire dallo "status quo", puntiamo decisamente "sull’unità spirituale e virtuale" che può ancora essere raggiunta "individualmente" e sollecitando appunto la Nuova Generazione CSF (Credenti Senza Frontiere) che pur rimanendo membri ciascuno della propria Denominazione, non si lasciano contagiare da nessuna forma di settarite.

Pertanto, anche per rispondere all'appello degli scienziati e per dare il dovuto spazio a questa Comunità virtuale emergente... reagiamo agli stimoli con il lanciamento di
MEETING
"Celebration Day around the world online:
ONE PEOPLE FOR YOU!"
Così come Jeshua il Messia aveva il potere di attraversare i muri, possiamo attraversare le barriere fra le Comunità separatiste attraverso l'Internet. C'è una sola Persona che non dirà mai a qualcuno: "Tu sei troppo giovane" nè dirà mai: "Tu sei troppo vecchio"... Vorresti, qualunque sia la tua situazione, essere attivo... ed acquisire un certo potere di attraversare i muri? Ebbene, te ne offriamo l'occasione con "around the world online".
il Messia appare ai discepoli attraversando un muro
Hai un vago sentimento di far parte di qualcosa di più grande del tassello di puzzle su cui ti trovi e vorresti contemplare e celebrare la crescita di un unico popolo unito spiritualmente, senza perdere la tua identità denominazionale? Fai parte di una Comunità ma non sei osservante di tutte le dottrine del suo Credo, ma sei praticante principalmente sulla parte essenziale? Allora, di per certo, fai già parte della Nuova Generazione CSF (Credenti Senza Frontiere).
 
È quindi tempo per te di essere riconosciuto/a, sostenuto e incoraggiato, poiché è su questa tua particolarità che vediamo un segno di qualcosa di grande che sta accadendo. È che insieme a tutti quelli che fanno come te, rappresenti una nuova linfa che scorre nella Comunità complessiva, per la guarigione dalla settarite che l'affligge, poiché siete sparsi in tutte le Denominazioni, anche le più ristrette, formando insieme, anche se separati, senza che ve ne accorgiate, una COMUNITÀ virtuale CSF che adempie in qualche maniera la accorata preghiera del Messia di un'unità spirituale che accomuna virtualmente i credenti.
Pertanto, anche per rispondere all'appello degli scienziati e per dare il dovuto spazio a questa Comunità virtuale emergente... reagiamo agli stimoli con il lanciamento di
MEETING
"Celebration Day around the world online:
ONE PEOPLE FOR YOU!"
un gruppo giovanile guarda un video
sul set del "Punto Freedom".

Come si articola un Meeting:

Potremo affermare che si tratti di una particolare forma di "ritrovo online" ma che ha invece le caratteristiche di un "MEETING con esigenze televisive", cioè con ospiti, esperti, confronti, interviste, Talk-show, psico-dramma, video-clip, speaker corner, proposte e worship song. Le riprese video sono assicurate dal team di CineAr.

I Meeting sono previsti al di fuori degli orari e dei giorni di adunanze abituali per consentire agli interessati di partecipare.
- I Meeting, come già indicato, sono fatti per essere divulgati online, influendo positivamente, anche se indirettamente, sul pubblico, poiché testimoniano che l'amore fraterno è una realtà che accomuna... fattore di grande utilità in tempo di crisi;
- Ai Meeting si cercano risposte ai quesiti più emergenti, da affidare alle Comunità e agli annessi gruppi giovanili affinché il mondo, che ha urgente bisogno di aiuto, guardando ad esse sia incoraggiato ad aderire;
- I Meeting sono realizzati da un team di base per garantirne la continuità;
- Quando possibile, i Meeting vengono interamente realizzati da gruppi giovanili, provenienti dalle varie Comunità, su loro richiesta o sul nostro invito;
- I Meeting possono essere anche solo per responsabili di gruppi giovanili e di colonie o per altri particolari gruppi come di richiedenti di asilo;
- I Meeting accrescono l’uso di modi di rapportarsi alla realtà in cui si muovono le varie Comunità e favoriscono processi innovativi di adattamento al nostro tempo... senza rinunciare alla "Verità";
- Con i Meeting si cercano strategie per fare fronte a cambiamenti, come ad esempio nuove modalità di divulgazione per evitare inutili contrasti con le nuove direttive degli Stati.

I Meeting beneficiano, alla base, di un "Punto franco di Ricerca", un'area neutra quanto a ideologie e dottrine che si situa, per necessità, appunto tra le frontiere denominazionali, quindi "senza condizionamento di parte". Le conclusioni e i risultati ottenuti grazie ai Meeting con queste garanzie, vengono rimessi nel circuito dei vari gruppi.

I Meeting, dunque, una piattaforma sperimentale e neutrale, di riflessione "libera da condizionamenti di parte", un po' come una specie di "misura d'emergenza in tempo di crisi"...

Con modalità altamente formative, sperimentate da anni, ci permettiamo di suggerirti dunque di aggiungere un valore in più al tuo curriculum... partecipando, per aumentare la tua esperienza e farla fruttare laddove hai delle responsabilità da portare avanti, in quanto ai Meeting si fa tesoro delle più svariate esperienze provenienti appunto da "varie estrazioni" e "nazionalità". Inoltre, ci si esercita all'arte della comunicazione.

Per questa ragione il Per-corso di un Meeting è un po' anche un corso, ma senza classi né esami poiché con esso la realtà assume un senso nuovo e le classi diventano: la strada, la piazza, il mercato, il lago, la montagna, la casa, la camera, la cucina, il corridoio, la cantina e, nel gergo giovanile... il ferro (auto), il mozzo (motorino), il trabi (telefonino), la bici, il tram, là dove... si tirano i pacchi (il lavoro), ecc. Con il Per-corso di un Meeting sarà più facile acquisire maggiori conoscenze da tutto quello che gli occhi tuoi, le orecchie tue e il tatto tuo riusciranno a captare: qua e là questo pianeta ti insegnerà quello che potrà… quello che vorrà… quello che non vorrebbe…

Grazie ai Meeting, giovani sì... ma non pivelli in quanto con un'esperienza millenaria... dato che la base è "millenaria" (le Sacre Scritture)!  Metti un dato in più nel PC… per avere più dritte nel modo di "captare", "interpretare", "fare connessioni"… Il Per-corso è azzeccato sia per i cercatori che vogliono scoprire i segreti della vita, che per i credenti, che siano essi "freddi" o "ferventi" ma molto meno adatto ai  "tiepidi" e, per così dire… agli "struzzi"!  
Gli spettatori che lo desiderano beneficiano di uno spazio "non ripreso dalla telecamera".

Se sei interessato, o interessata, sappi che abbiamo bisogno di te in quanto il mondo ha bisogno di noi tutti... contattaci scegliendo fra queste possibilità:
a) venire al prossimo Meeting che ci sarà al "Punto Freedom"
b) metterti in contatto con la persona addetta alle pubbliche relazioni scrivendo a questo indirizzo e-mail
Quello che non è possibile per amore o per buonsenso, che almeno lo sia per "strategia" di fronte al comune nemico invisibile, la forza oscura che è lo spirito antagonista del bene, della pace e dell'unità in spirito... ma se nella realtà ciò non si avvera... che lo sia almeno in modo virtuale, online...



 
Benvenuti al prossimo evento!
gennaio 2002 - marzo 2020
Torna ai contenuti